Dott.ssa Sara Nicoli

PSICOTERAPEUTA COGNITIVO-COMPORTAMENTALE
TERAPEUTA EMDR 2° LIVELLO      

Sottotitolo

Blog

Ansia e rimuginio

Pubblicato il 26 settembre 2018 alle 11.10
Dopo aver preso in rassegna alcune emozioni di base, iniziamo ad entrare in quelle che solitamente ci danno più problemi o che tendiamo a vivere come più invalidanti o fastidiose. L'ansia è un emozione collegata strettamente al come ci immaginiamo nel futuro. "Se faccio questo succederà che..", "se non consegno il lavoro alla scadenza il mio capo�?�" questi sono alcuni dei pensieri che possono innescare uno stato ansioso che molte volte ci blocca o non ci permette di concentrarci. Non solo gli adulti possono sperimentare questo stato ma anche molti bambini convivono con alcune preoccupazioni. Proviamo a riflettere e a ripensare a quando andavamo a scuola...l'ansia dell'interrogazione, l'ansia di tornare a casa e dire ai genitori del voto poco brillante.. l'ansia non ha età! Esistono varie strategie e vari metodi per diminuire lo stato ansioso legato alla prestazione o altre condizioni preoccupanti. In principio bisogna essere informati che (come tutte le emozioni) anche l'ansia potrebbe durare qualche frazione di secondo ma, per risolvere il dilemma che ci poniamo nella nostra mente, noi l'alimentiamo attraverso il pensier. Il rimuginare per risolvere la problematico è la benzina per mantenere l'ansia attiva. non è così semplice fermare il rimuginio, a volte le persone percepiscono come incontrollabile questa strategia o positiva, in realtà si può andare a lavorare anche su questo diminuendo lo stato ansioso di riflesso.

Categorie: Nessuna

Pubblica un commento

Attenzione.

Oops, you forgot something.

Attenzione.

Le parole inserite non corrispondono al testo fornito. Riprova.

0 commenti

UA-108570229-1